#COVID19 @MakhmourCamp Appello per il campo profughi di Makhmour

Associazione Verso il Kurdistan – Odv

Appello urgente per la fine dell'embargo e per la fornitura di respiratori polmonari e deumidificatori al Campo profughi di Makhmour (Mosul/Nord Iraq)

Da 8 mesi, il Campo profughi autogestito di Makhmour è sotto embargo del governo KDP del Kurdistan del Sud. Dopo aver subito espulsioni ed incendi dai loro villaggi nel Kurdistan del Nord, oggi il Campo è totalmente blindato dai peshmerga di Barzani.
Le 14 mila persone presenti nel campo, uomini donne e bambini, non dispongono di alcun tipo di medicinali o disinfettante. Già da tempo non è più possibile garantire l’assistenza medica alla popolazione di Makhmour e scarseggiano cibo ed acqua potabile.

A fronte della diffusione della pandemia da #coronavirus su tutto il mondo, queste sono le condizioni migliori per il diffondersi dell’infezione anche nel Campo, dove già sono stati isolati dei casi sospetti.

Contro quest’embargo, è stata lanciata una campagna internazionale di politici e artisti kurdi per garantire l’approvigionamento sanitario e la rimozione dell’embargo.

Nell’ambito di questa campagna, come Associazione Verso il Kurdistan Odv, ci impegnamo, da subito, ad una raccolta fondi, finalizzata a fornire:

Respiratori polmonari e deumidificatori al popolo di Makhmour
     
Chiediamo a tutt*, singol* compagn*, attivist* e militanti di contribuire a realizzare questo progetto nel più breve tempo possibile.
Il costo stimato per ogni attrezzo è di 3.300 euro cadauno. 

Per info: Lucia (333 5627137), Antonio (335 7564743), Sonia (331 3290229)

Per i versamenti, ecco il conto IBAN: IT17 Q030 6909 6061 0000 0111 185
dell’Associazione Verso il Kurdistan Odv. Causale: respiratori polmonari per Makhmour


Commenti

Post più popolare